Influencer marketing: numeri e statistiche 

Gli influencer sono stati in grado di cavalcare le mode ed ottenere un forte seguito sui social media, diventando delle vere e proprie celebrity.

Il loro vantaggio è che, a differenza dei classici VIP, sono persone comuni che hanno costruito un’attività sfruttando la loro presenza sui social media, grazie a contenuti interessanti e coinvolgenti. Questo ha permesso loro di instaurare un solido legame di fiducia con il proprio pubblico e, di conseguenza, di ottenere un forte seguito.

Cosa hanno fatto quindi le aziende in questo nuovo contesto? Si sono adattate ed hanno seguito l’esempio che proveniva dai social, andando a cambiare le proprie strategie di marketing in modo da promuovere i loro brand seguendo le tendenze del momento.

Motivo per cui, nelle scorse settimane abbiamo visto quanto l’influencer marketing sia una scelta vincente per il tuo business e come realizzare una strategia vincente.

Oggi vogliamo fare insieme un altro passo per entrare ancora di più in questo mondo. Parliamo dei numeri e delle statistiche!

Partiamo!

 

Il 70% dei teenager si fida più degli influencer che delle celebrità

I giovani si confidano e ascoltano i propri coetanei e gli influencer vengono considerati come parte della propria cerchia. I ragazzi capiscono perfettamente che le celebrità sportive e televisive, a differenza degli influencer, sono molto lontane dalla propria realtà e di conseguenza irraggiungibili.

I giovani ammiratori possono seguirli ed entrare in contatto con loro sui social, proprio come se fossero amici, e questo si amplifica quando provengono da contesti simili o hanno all’incirca la stessa età. Gli influencer parlano di argomenti che stanno a cuore agli adolescenti e nei quali vi si identificano.

Il risultato è che i ragazzi si fidano di loro, delle loro opinioni e consigli. Infatti, il 70% degli iscritti a YouTube si sente più in sintonia con gli influencer che con le celebrità e il 40% ha dichiarato che i loro creator di YouTube preferiti “li capiscono meglio dei loro amici”.

Ben oltre il 60% dichiara di agire volentieri spinto dal consiglio di questi trend setter, invece che su consiglio di celebrità televisive o cinematografiche.

Si tratta di statistiche molto potenti che dimostrano la forza dell’influencer marketing, soprattutto se si considera l’impatto sulle nuove generazioni di acquirenti online.

 

L’Influencer Marketing è più redditizio della pubblicità cartacea

Ormai qualsiasi quotidiano o rivista ha la sua versione online. Anzi, nelle loro versioni digitali vengono anche letti più frequentemente.

Questo perché vi è stato un lento declino della pubblicità cartacea.

Le aziende hanno, quindi, iniziato naturalmente ad approcciarsi ad altri metodi promozionali, concentrandosi in particolare sulla pubblicità online e la monetizzazione dei contenuti.

Il mercato di Internet è, però, molto affollato. Motivo per cui i brand hanno dovuto restringere il target di riferimento, nella speranza di poter raggiungere ed instaurare una connessione con i potenziali clienti più interessanti.

Questo li ha portati ad approcciarsi agli influencer che già comunicavano con il target di loro interesse e nel 2016, per la prima volta in assoluto, l’influencer marketing ha superato la pubblicità stampata.

Inoltre, una ricerca ha dimostrato che le recensioni dei prodotti fatte da parte degli influencer vengono considerate fino a 12 volte più affidabili rispetto alle descrizioni create direttamente da un brand.

È chiaro quindi il motivo per cui l’influencer marketing stia avendo tutto questo successo.

 

Le aziende hanno un rendimento del 600% per ogni €1 speso in influencer marketing

Il ROI dell’influencer marketing è stimato a 6 € per ogni 1 € speso e, in alcuni casi, ha toccato punte di 20 €.

Non si parla solo di un rendimento elevato, ma oltre il 50% di chi lavora nel settore ritiene che i consumatori acquisiti grazie alle attività di influencer marketing, siano anche i migliori nel lungo periodo per il proprio business.

In sostanza i clienti spendono di più e, di conseguenza, sono più felici e propensi a consigliare il prodotto o servizio acquistato.

L’influencer marketing è percepito come il metodo più diffuso per ottenere nuovi clienti, motivo per cui il 59% delle aziende ha deciso di aumentare il budget dedicato a tale attività.

Internet ha portato i brand ad espandere i propri orizzonti e cercare sempre nuovi modi per promuovere i propri prodotti o servizi, con conseguenti cambiamenti nelle modalità di creazione e gestione delle proprie campagne marketing.

È necessario, quindi, adattarsi e progredire anche nella propria strategia online per non rischiare di rimanere indietro!

 

Hai ancora dei dubbi?

Vorresti un supporto per la tua strategia di marketing online? 

Affidati a dei professionisti del settore!

 

Contattaci! Scrivi a comunicazione@deeperformance.com

Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email

Condividi questo articolo sui tuoi canali social!