SEO: come funziona e come farla

Negli articoli precedenti abbiamo introdotto l’argomento SEO, abbiamo visto di cosa si tratta e perché è importante e vi abbiamo dato alcuni buoni motivi per farla. 

Ora è arrivato il momento di fare un passo avanti. 

Oggi vedremo come funziona la SEO e come farla al meglio!

 

Attività SEO

Una attività SEO si compone di diverse pratiche che riguardano molteplici aspetti di un sito web: 

  • Ottimizzazione della struttura del sito, 
  • Realizzazione e scrittura del codice HTML, 
  • Stile e linguaggio dei contenuti testuali, 
  • gestione dei link in ingresso, in uscita e dei link interni.

Uno dei fattori di posizionamento più importante è il numero e la qualità dei backlink da altri siti web. 

Se il sito fosse una persona, Google ne valuterebbe la sua autorevolezza e rilevanza in base alla quantità di relazioni che questa ha con le altre persone. Bisogna pensare ai backlink come se fossero strette di mano: più se ne hanno, più di valore sono, e più Google premierà il sito.

Per questo, tra le attività da organizzare, è fondamentale la SEO audit, una vera e propria analisi del sito che dovrebbe sempre precedere qualsiasi intervento di ottimizzazione. Infatti, questa permette di conoscere esattamente tutte le problematiche di un sito o di un blog e di trovare le soluzioni più adatte per risolverle.

 

SEO e posizionamento

Ora che abbiamo visto le attività SEO è il momento di fare un ulteriore passo in avanti. Infatti, il contenuto deve ora essere compreso e inserito al top del motore di ricerca. 

Le fasi di ragionamento del motore di ricerca si ripetono ogni volta che un utente è in cerca di qualche informazione. Vediamole insieme!

 

Fasi di scansione e indicizzazione

Le fasi del motore di ricerca sono prettamente tecniche, ma è importante conoscerle per capire come la Seo debba essere studiata per il tuo sito. 

Le fasi di scansione e indicizzazione sono dei processi primari del motore di ricerca, che si riferisce al crawler (software interno). Questo scansiona tutto quello che c’è all’interno del tuo sito web tramite i link e sarebbe ottimale che tu gli facilitassi il lavoro, seguendo le regole SEO e gli accorgimenti tecnici.

In seguito, il crawler prende tutti i dati letti e li archivia all’interno del database del motore di ricerca. I dati vengono ordinati e restituiti prendendo in considerazione le varie parole chiave che un utente cerca durante il giorno.

 

Posizionamento SEO

Ora che tutti i dati sono stati ordinati ed i risultati della scansione sono pronti per gli utenti entra in scena la SERP, ovvero il ranking “personalizzato” a seconda dell’utente e della ricerca, basato su più di 200 differenti fattori.

I feedback degli utenti sono molto importanti, perché in base a questi il motore di ricerca continua a proporre determinati argomenti, se utili.

 

Ottimizzazione SEO on-site

Si parte con la Seo on site che si riferisce sostanzialmente a tutti i fattori che devono essere ottimizzati e fanno parte del sito web.

Keyword e studio delle parole chiave

È consigliato svolgere uno studio in merito ai contenuti e a tutte le parole chiave di competenza. Queste devono essere volte ad ottimizzare il sito web rispondendo alla domanda dell’utente nel momento in cui svolge una ricerca. La Serp è in continua evoluzione e deve essere studiata, così come i competitor, che si posizionano sopra il tuo sito.

 

Approfondimento dei contenuti

Ricorda che il sito è anche contenuti, che devono essere ricchi, completi, unici e grammaticalmente perfetti. Non dimenticare che Google valuta tantissimi fattori che influenzano l’ottimizzazione, ma se la pagina, l’articolo o la descrizione non sono completi, allora non ci sarà mai la presenza in prima pagina.

Lettura di un contenuto

Il contenuto del tuo sito web deve essere letto dal motore di ricerca. Parliamo, quindi, di JS, HTML e CSS.  I professionisti del settore ti aiutano anche a valutare i tecnicismi per una struttura interna particolare: questa permette al motore di ricerca di interpretare tutti i contenuti che sono esistenti.

Non meno importante la Sitemap, l’indice gerarchico in formato xml per tutte le pagine che sono presenti all’interno del sito web.

 

Affinché il sito web sia completo, non dimenticare di valutare anche:

  • Il link interno che collega il contenuto agli altri che sono presenti all’interno del sito;
  • Meta Description, il quale obiettivo è incuriosire l’utente in merito al contenuto;
  • Gli Headings, che sono i titoli per i contenuti;
  • SEO Locale, quell’attività volta a posizionare le attività locali motori di ricerca.

 

Ricorda, oggi senza una buona strategia SEO non puoi competere online!

 

Hai ancora dei dubbi?

Vorresti un supporto per la tua strategia SEO? 

Affidati a dei professionisti del settore!

 

Contattaci! Scrivi a comunicazione@deeperformance.com

Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email

Condividi questo articolo sui tuoi canali social!