Risposte alle domande più frequenti sulla SEO

Negli scorsi articoli abbiamo parlato di SEO, ma sappiamo che avete ancora molte domande a riguardo. 

Motivo per cui abbiamo selezionato alcune delle domande più interessanti alle quali ha risposto Matt Cutts, l’ingegnere a capo del team antispam di Google. È l’esperto su tutto ciò che riguarda posizionamento, link in entrata ed in uscita, penalizzazioni, insomma SEO!

Partiamo!

15 domande sulla SEO
  1. I siti piccoli possono diventare popolari su Google?

Certo, pubblicando molti contenuti di valore su un argomento di nicchia. Quando ottengono un buon posizionamento per quella nicchia, possono espandersi in una più ampia.

  1. Come fa Google a distinguere tra un sito popolare ed uno autorevole?

Solitamente, i siti più autorevoli hanno un PageRank più alto (più link di qualità in entrata). I siti più popolari sono invece quelli che hanno più traffico.

  1. È possibile ottenere buoni risultati su Google senza usare tecniche di ottimizzazione molto aggressive – per esempio, senza acquistare link?

Assolutamente sì! Tutti possono ottenere ottimi risultati usando tecniche SEO legittime. Una buona user experience, ottimi contenuti e link in entrata genuini producono migliori risultati nel lungo termine.

  1. Come può un sito che esiste da tempo mantenere un buon posizionamento?

Per mantenere un buon posizionamento anche dopo anni di presenza online, è utile aggiornare il proprio sito, mantenerlo al passo con i tempi, lavorare sul design e sulla user experience.

  1. I social media hanno un impatto sul posizionamento?

No, al momento non sono inclusi come fattori nell’algoritmo. Talvolta, Google ha difficoltà ad accedere ai contenuti pubblicati sui social. Inoltre, queste piattaforme sono aggiornate spessissimo e Google non è sempre in grado di seguire tutti i cambiamenti.

  1. Come vengono scelti i titoli visualizzati sulla SERP?

Google predilige titoli brevi, correlati alla ricerca fatta dall’utente e che riflettono l’argomento trattato sia dal sito che dalla pagina. Se il titolo HTML indicato dal web master soddisfa questi criteri, Google lo userà. Altrimenti, verrà sostituito con un titolo più efficace.

  1. Quanto è importante il contenuto della pagina che si trova nella sezione <body>?

È fondamentale. Non bisogna focalizzarsi nell’ottimizzare solo la sezione <head>, ma anche includere contenuti ricchi nel <body>.

  1. La velocità di caricamento è più importante per i siti mobile?

Un sito molto lento potrebbe avere un posizionamento inferiore ad altri siti che sono di uguale qualità, ma più veloci. La velocità è un fattore importante sia per siti mobile che desktop.

  1. Usare immagini stock ha ripercussioni negative sul posizionamento?

No, usare immagini stock od originali al momento non influenza il posizionamento delle pagine web.

  1. Cosa ne pensa Google dei siti a pagina singola (con molto CSS e Javascript)?

Google riesce a capire ed elaborare gli elementi Javascript sempre meglio. Assicurati però che tutti i contenuti siano accessibili da parte dei crawler. La cosa più importante è che il sito sia facilmente navigabile per gli utenti.

  1. Quale piattaforma è migliore da un punto di vista SEO: WordPress o Blogger?

Sia WordPress che Blogger hanno vantaggi e svantaggi. Blogger è più semplice per iniziare e da gestire. WordPress è più flessibile. Entrambi sono validi da un punto di vista SEO e permettono di posizionarsi bene su Google.

  1. È consigliabile usare caratteri speciali e lettere maiuscole negli URL?

Di solito, Google è in grado di gestire i caratteri speciali. Nella maggior parte dei casi è meglio evitare di usarli negli URL. La stessa cosa vale per le lettere maiuscole. È meglio evitarle perché confondono gli utenti.

  1. Se ho un sito multilingua, devo usare diversi indirizzi IP per le versioni del sito in diverse lingue?

Idealmente, sarebbe ottimo avere un indirizzo IP diverso per ciascun dominio localizzato. Nella pratica, Google è in grado di distinguere tra domini localizzati anche se usano lo stesso indirizzo IP.

  1. Quanti link dovrebbero esserci su una pagina? C’è un limite?

Non esiste una regola precisa. L’importante è che i link siano pertinenti e riconducano a risorse realmente utili per l’utente.

  1. I link possono danneggiare il posizionamento del mio sito?

No, tipicamente i link non possono danneggiare il tuo posizionamento. Se però il loro utilizzo viene abusato (e vengono segnalati come spam) potrebbero essere applicate penalizzazioni manuali.

Oggi abbiamo visto 15 domande sulla SEO risposte direttamente da Google o meglio da Matt Cutts.

 

Cosa ne pensi?
Abbiamo risposto a qualche tuo dubbio in materia di SEO?
Hai altre domande?
Contattaci! Scrivi a comunicazione@deeperformance.com
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email

Condividi questo articolo sui tuoi canali social!